ankara escort

Consigli

In questa sezione troverai le domande più frequenti che ci vengono rivolte dagli appassionati di coltivazione e di seguito le risposte dei nostri esperti. Uno strumento rapido per risolvere i tuoi dubbi, dedicato soprattutto a chi muove i primi passi nel mondo dell’irrigazione.

FAQ

Di quali strumenti ho bisogno per montare il kit Irridrip?

L’installazione del kit è veramente semplice. Ti basterà armarti di un paio di forbici per il taglio delle linee di gocciolamento e di un po’ di sana pazienza. Nulla di più semplice!

Qual è l’orario migliore per irrigare l’orto?

Gli orari migliori sono al mattino e alla sera. In estate, l’irrigazione serale, dopo il tramonto del sole, ha il vantaggio di mettere in condizione le piante di subire meno stress data la minore differenza di temperatura tra l’acqua e il terreno e di mantenere il terreno umido per un tempo maggiore. Solo in presenza di colture da foglia e di chiocciole o limacce non è consigliabile irrigare al mattino. Nei periodi meno caldi dell’anno è sempre da prediligere l’irrigazione mattutina dato che la vegetazione tende ad asciugarsi più in fretta e a limitare i ristagni, causa di possibili inconvenienti per le colture. In inverno qualora si dovesse ricorrere all’irrigazione, generalmente in piccoli volumi, si consigliano le ore più calde della mattina data la possibilità di gelate durante le ore notturne che danneggerebbero le piante.
E’ invece da evitare assolutamente l’irrigazione in estate durante le ore più calde: infatti lo “shock” causato dalla differenza di temperatura tra l’acqua e il terreno potrebbe nuocere alla salute delle piante, oltre a causare l’evaporazione dell’acqua con un conseguente spreco.

Qual è la grandezza dell’orto che posso irrigare con Irridrip?

La superficie massima di un orto irrigabile con Irridrip è pari a 5 x 12,5m, ma le linee di gocciolamento possono essere accorciate, quindi, in base alle singole esigenze, l’impianto potrà essere modulato. Ti consigliamo, pertanto, di valutare bene il terreno in cui sorgerà il tuo orto.

Ogni linea di gocciolamento può essere chiusa o regolata in modo autonomo in base alla richiesta idrica dell’ortaggio piantato?

Ogni tubo ha una farfalla utile ad aprire/chiudere una linea di gocciolamento e da questa dipende la portata dei gocciolatoi. La regolazione dell’apertura delle farfalle permette, quindi, di irrigare contemporaneamente colture che hanno esigenze idriche diverse.

Che cos’è la portata d’acqua e come posso calcolarla?

La portata è la quantità d’acqua che attraversa un tubo in un dato periodo di tempo: infatti si misura in litri al minuto, abbreviato in l/m, oppure in litri all’ora, abbreviato in l/h. Per conoscere la portata del proprio impianto, è sufficiente un cronometro e un recipiente con una capacità nota: ad esempio una tanica da 5 litri.
Apri al massimo il rubinetto e misura il tempo impiegato dall’acqua per riempire il recipiente: a questo punto basta fare una semplice proporzione. Ad esempio, se una tanica da 5 litri si riempie in 10 secondi, la portata è 1 litro ogni 2 secondi, cioè 30 litri al minuto.

Che portata d’acqua occorre perché l’impianto di irrigazione lavori efficientemente?

Per utilizzare efficientemente Irridrip ti consigliamo di collegare il sistema di irrigazione ad un semplice rubinetto; nel kit infatti è presente un riduttore di pressione che permetterà all’acqua di attestarsi ad una pressione, minore di 1 bar, ideale per il funzionamento delle condotte irrigue.